.
Annunci online

"STATE PER ENTRARE IN TERRITORIO ZAPATISTA RIBELLE, QUI IL POPOLO COMANDA E IL GOVERNO OBBEDISCE!"
Er Macellaro!
post pubblicato in Politica , il 10 novembre 2011


Dunque sarà Super Mario Monti a traghettare l'Italia verso le elezioni anticipate, e sarà lui che imporrà sangue e merda al paese, quello che ci chiedono quei mercati e quegli organismi superiori mondiali, che in meno di tre mesi (i tre mesi di Brunetta...) , hanno stritolato e spazzato via 17 anni di Berlusconismo, facendo ciò che, volente o nolente, non era riuscito alla nostra intrepida sinistra! Onestamente mi aspettavo un finale di partita migliore, ovvero senza un paese commissariato e sequestrato di fatto, e con il Caimano accompagnato nelle patrie galere a pagare il giusto fio delle sue colpe! Vedi alla voce: sogni ad occhi aperti... Non sono molto convinto di questo governo (di transizione? tecnico? di larghe intese? "issimo"? Mah!), forse erano davvero meglio elezioni anticipate, ma capisco anche il buon Nap, che non può tenere il paese in balia di quattro figli di puttana speculatori fino a febbraio! E, comunque, anche chi risultasse vincitore della tornata elettorale, dovrebbe fare i conti con, ripeto, il commissariamento di fatto del paese, ed un margine di manovra strettissimo e pieno di misure impopolarissime... Quindi che se lo prenda Monti il compito di levarci la pelle, con l'appoggio di quasi tutte le forze politiche, chi perchè quasi obbligata (il PD), chi per mera convenienza politico-affaristica (poltrone e allungamento della legislatura, con conseguente mantenimento di vitalizi)... Solo Lega e IDV, per ora, si smarcano, per chiari interessi di bottega, vista la natura più "estrema" dei due movimenti... Ma Bossi e Di Pietro comunque, anche se con buona dose di furbizia, pongono dubbi più che leciti e condivisibili... perciò è probabile che quando verrà il momento delle elezioni, passino decisamente all'incasso! Vedremo... Questo è ciò che ci lascia come frutto avvelenato il ventennio Berlusconiano, un paese disastrato, senza una classe politica e dirigente degna di questo nome, piena di riciclati e mezze cartucce, incapaci di portarci fuori dal baratro! Soprattutto l'ultimo anno, dall'infausto 14 dicembre 2010, il giorno in cui nacque la stella di Scilipoti, è stata la summa di ciò che è diventata l'Italia, in un lento e inesorabile declino del suo disastroso governo! Ma ci sarà tempo di fare i bilanci, negativi per tutti, degli ultimi 20 anni... Ora, questo capitalismo ormai a pezzi e fuori controllo, ci regalerà Mario Monti... Per me, il suo governo dovrebbe avere un programma minimo (un paio di mesi), con due punti principali:

1) riforma elettorale, con cancellazione dello schifosissimo "Porcellum";

2) programma minimo di economia, che tenga almeno sotto controllo il debito e i mercati, ma senza seguire alla lettera le richieste "esterne"... ma questa è un pia illusione, mi sa!

3) dimettersi in tempo per indire elezioni a primavera.

Credo che difficilmente l'evoluzione della crisi e del nuovo governo si compirà in questi termini, perciò, non per fare il profeta di sventura (c'è già Brunetta a cui, anche se pensa il contrario, riesce benissimo), ma temo che abbia ragione lo scaltro Di Pietro: prepariamoci ad un inverno di macelleria sociale!

Nella foto: il neo-senatore a vita Mario Monti, detto "Manzotin"... chi ha visto l'immortale "Febbre da Cavallo", sa di cosa parlo!

Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv