.
Annunci online

"STATE PER ENTRARE IN TERRITORIO ZAPATISTA RIBELLE, QUI IL POPOLO COMANDA E IL GOVERNO OBBEDISCE!"
Vedi alla voce: "Partito di merda!"
post pubblicato in Politica , il 28 novembre 2011


da www.ilfattoquotidiano.it

Concita De Gregorio: “Il Pd ha perso di proposito le elezioni regionali del Lazio”

L'ex direttore de l'Unità, ospite all'assemblea nazionale di Tilt a Pisa, ha raccontato i particolari della strategia del Partito democratico. Che volutamente non ha appoggiato il referendum , il NO B. Day, le manifestazioni studentesche e, soprattutto, la candidatura di Emma Bonino a presidente del Lazio. E i Radicali vanno all'attacco

Il Partito democratico ha perso di proposito le elezioni regionali nel Lazio per far vincere la Polverini e, in tal modo, rafforzare Fini. E poi. Il Pd non ha aderito alle campagne degli studenti perché “tanto non votano”, non ha sostenuto il “No B. Day” perché “non è una manifestazione” creata dai democratici e non ha appoggiato il referendum perché “tanto non raggiunge il quorum”. Fino a qualche giorno fa erano solo delle congetture ad appannaggio dei retroscenisti politici, oggi invece sono diventate qualcosa di più. Merito di Concita De Gregorio. L’ex direttrice de L’Unità, infatti, intervenendo sabato scorso all’assemblea nazionale di Tilt a Pisa, ha rivelato alla platea particolari per certi versi imbarazzanti sulla strategia del maggior partito di opposizione che, a sentire la giornalista di la Repubblica, le avrebbe impedito di portare avanti campagne politiche sulle pagine del quotidiano fondato da Gramsci.

Particolarmente interessante, in tal senso, ciò che è avvenuto nelle stanze del potere dei democratici dopo la candidatura di Emma Bonino alle elezioni regionali del Lazio. La ricostruzione della questione direttamente dalle  parole di Mario Staderini. Il leader dei Radicali, infatti, dopo aver appreso i retroscena rivelati dalla De Gregorio, ha scritto una nota in cui riprende le parole della ex direttrice de l’Unità.

“Durante l’assemblea nazionale di TILT dello scorso 26 novembre – scrive Staderini – Concita De Gregorio ha confermato quanto ci era parso subito oggettivo ed evidente: il Partito Democratico ha voluto far perdere Emma Bonino alle Regionali del Lazio”.  A questo punto, l’esponente radicale ha ripreso la ricostruzione della giornalista, che ha detto testualmente: “Quando Emma Bonino si autocandidò a Roma per assenza di candidati del centrosinistra, aveva tutte le possibilità di vincere, lo dicevano i sondaggi e le esperienze di vita. Siccome il Pd non sembrava di voler sostenere la candidatura di Bonino, sono andata da un altissimissimo dirigente nella sede del Pd e ho chiesto: ‘Siccome esiste un candidato del centrosinistra ed uno del centrodestra, io vorrei sapere se per caso voi avete deciso di non sostenere questa candidatura. Siccome mi sembra che sia cosi, diciamocelo, è ipocrita e inutile che l’Unità faccia la campagna quando nei circoli del Pd arrivano indicazioni di non fare volantinaggio’”.

La risposta dell’altissimissimo dirigente del Pd? Concita De Gregorio non ha usato giri di parole: “Mi ha risposto così – ha detto – : ‘A noi questa volta nel Lazio ci conviene perdere. Perché, siccome la Polverini è la candidata di Fini e siccome è l’unica sua candidata della tornata, se vince, Fini si rafforza all’interno della sua posizione critica del centrodestra e, finalmente, si decide a mollare Berlusconi e a fare il terzo polo, insieme a Casini. E noi avremmo le mani libere per allearci con Fini e Casini e andare al governo. Senza ovviamente che gli elettori ci mollino, senza perdere troppo consenso. Perché non saremo noi a condurre questa operazione, noi perdendo oggi daremo solo il via, il resto lo farà la crisi economica’”.

Alla luce della rivelazione, Mario Staderini è passato all’attacco: “Questa rivelazione avrebbe del clamoroso se non fosse che avevamo denunciato tutto a tempo debito – ha commentato il leader dei Radicali -. Bastava infatti guardare il budget della campagna elettorale del centrosinistra, che nel caso della Bonino era un quarto di quanto speso per Marrazzo. A questo punto – ha chiesto Staderini – , al di là del dirigente citato dalla De Gregorio e che dall’audio sembrerebbe essere individuato in Fioroni, credo che Pier Luigi Bersani debba dire la verità e chiedere scusa agli elettori che sostennero la candidatura di Emma Bonino”.

Che dire? Non ho particolare simpatia per i Radicali, anche se la Bonino rimane l'unica figura decente che hanno, ne per la De Gregorio, brava giornalista, ma un pò troppo snob e radical chic... Però ritengo che sia persona seria, perciò non vedo perchè si debba sbilanciare con certe clamorose dichiarazioni, se non fossero vere! Non voglio nemmeno pensare che lo faccia per astio, dato che non si è lasciata benissimo con l'Unità! Quindi questa vicenda, l'appoggio incondizionato al Governo Monti, la vicenda Fassina di cui ho già parlato, mi confermano ancora una volta il mio pensiero sul PD, cioè che manchi una "M"... PDM, Partito Di Merda! E noi dovremmo nutrire speranze in questa gente? Cosa avranno di tanto diverso da chi ci ha governato fino al 12 novembre???? Si lamentano che poi la gente vota Grillo??? Ma che cazzo pretendono???? Questi vogliono farci morire centristi, democristiani e neoliberisti... ma non avranno mai la mia pelle!!!! E' ora di ribellarci, anche a nostri cosiddetti padri, se ci stanno confenzionando questa belle torta di merda per il futuro! 

Priorità...
post pubblicato in Politica , il 23 novembre 2011


Come ho già scritto per l'alluvione della Lunigiana e Genova, governo Berlusconi ancora in carica, lo confermo ora al nuovo governo Monti ed in particolare al suo Ministro dell'Ambiente Clini: invece di sproloquiare di nucleare (dobbiamo fare un altro referendum?????), Tav e grandi opere, pensiamo alla terra che ci sta franando da sotto i piedi, da Bolzano a Lampedusa!

Nella foto: Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), anno 2011.... UNA VERGOGNA!

Mamma mia, che tristezza!
post pubblicato in Politica , il 22 novembre 2011


Sacconi (di merda): "L'oggetto del desiderio è l'UDC!"

Dio, che tristezza! Come vi siete ridotti male nel centro-destra, dopo la caduta del governo! Dalla figa a Buttiglione... bleah!

Peccato che l'UDC sia anche l'oggetto del desiderio del PD, e questo mi fa molto, molto, molto incazzare!

Vabbè volerci far morire democristiani (MAI!), ma andare ad imbarcare gente che riempe da sempre i casellari giudiziari di mezza Italia... Capisco che con Penati e il sistema Sesto, oltre che tutte le porcate "aeree" con Enac e soci, si sia fatto un passo avanti per arrivare al livello infimo in cui siamo, ma fare la corte a gente come Cesa (condannato), oltre che agli "onesti" ma squallidi Casini e Buttiglione, e ad un paritito che tra le proprie fila ha avuto gente come Cuffaro e Romano (mafia)... beh, allora godete a proprio, voi piddini, a farvi mandare affanculo dai vostri elettori!

Per non parlare degli scandali odierni legati a Finmeccanica (il vero buco nero, di merda, dell'Italia degli ultimi anni!), dove è tornato alla ribalta il reggiano Franco Bonferroni (ovviamente, UDC!), un uomo, una tangente fin dai tempi in cui era un pezzo grosso della DC emiliana!

Insomma, ma possibile che non riusciamo ad avere niente di meglio in questo infelicissimo paese del cazzo?!?!?!?!?

Un uomo, un Caltagirone (pure!), Pierferdinando Casini... ah, dimenticavo... leghiamoci anche al peggio del Vaticano, già che ci siamo, tanto...

Toccati le palle, Mario!
post pubblicato in Politica , il 16 novembre 2011


Attento, Mario... l'ultima volta che il Caimano ha fatto la gag della campanella del Consiglio dei Ministri, era con un altro tuo predecessore...

anche qui era un passaggio di consegne tra un suo governo e un altro... e sappiamo com'è andata a finire! Perciò, caro Mario, spero che quando Silvio ti ha fatto i suoi personali "Auguri", tu ti sia dato una bella grattata ai gioielli di famiglia! Perchè il tuo proposito di arrivare a fine legislatura potrebbe svanire molto presto!!!! Intanto, da domani, è probabile che "Studio Aperto" dica che a casa tua vivono quattro clandestini albanesi, colpevoli di varie rapine in villa! Chiedi informazioni a quello nell'altra foto insieme a Berlusconi!!!!

Sarò obsoleto...
post pubblicato in Politica , il 16 novembre 2011


.... ma a me del governo Monti piace poco e nulla! Sicuramente è nettamente migliore, dal punto di vista delle professionalità, del precedente... Ma pure un governo presieduto da Topo Gigio, con ministri Pippo e Pluto, sarebbe stato meglio del Governo Berlusconi! Ammetto che della compagine non conosco tutti i curriculum dei ministri, ma di quel poco che conosco, se ne salva poco... Partendo dallo stesso Monti (Goldman Sachs), passando per Passera e Fornero (Banca Intesa San Paolo), direi che un governo in mano a dei banchieri, in questo momento, mi esalta quanto un governo presieduto da un Tycoon delle telecomunicazioni! Giampaolo Di Paola alla Difesa è un'altra garanzia... si, garanzia che se ci fosse un'altra guerra inutile da qui al 2013, noi ci infileremmo dentro a piedi pari, visto che l'Ammiraglio Di Paola è presidente del comitato militare della Nato! Per ora salvo il fatto che almeno le donne nominate hanno un senso, non ci troviamo di fronte alle GelminiCarfagnaBrambilla, ed una di queste è una personalità di spicco, Annamaria Cancellieri, nuovo Ministro degli Interni... Quando è stata chiamata per oltre un anno e mezzo a svolgere il ruolo di Commissario Prefettizio a Bologna dopo la caduta di Delbono, si è comportata benissimo, lasciando un ottimo ricordo ai bolognesi, sicuramente una città al di sopra di ogni sospetto di simpatie verso le Forze dell'Ordine! Sicuramente sarà un Ministro degli Interni di gran lunga migliore di quel somaro di Bobo Maroni, avrà pure più palle, anche se donna!!!!! Altra nota tristissima, l'età dei neo-ministri:

Monti: 68 anni

Cancellieri: 67 anni

Ornaghi: 63 anni

Terzi di Sant'Agata (minchia!): 65 anni

Passera: 56 anni

Saverino: non si sa, ma dalla faccia dai 55 in su!

Fornero: 63 anni

Catania: 59 anni

Di Paola: 67 anni

Profumo (che per fortuna non è il banchiere, almeno lui!): 58 anni

Clini: 64 anni

Balduzzi: 56 anni

Catricalà (sottosegretario alla presidenza del consiglio): 59 anni

Ce ne fosse uno dai 50 anni in giù! I più giovani sono i teenager (per l'Italia, paese PER vecchi!) Passera e Balduzzi, 112 anni in due!

Per concludere, spero di sbagliarmi e che Monti risollevi questo paese allo sbando, magari senza levarci anche gli occhi per piangere (ne dubito...). Ma se c'è un'altra cosa che mi da fastidio, è l'atteggiamento di "Beatificazione in vita" che sta tenendo la grande stampa nazionale nei confronti del professore della Bocconi... possibile che questo paese non si salvi mai dai leccaculo?!?!?!? Mi ricorda molto l'atteggiamento della stampa sportiva italiana verso la nazionale di calcio negli ultimi tempi, che se batte le Far Oer e perde con l'Uruguay è la stessa cosa, loro, comunque, si sperticano in lodi!!!! Paese allo sbando... Vi lascio un articolo di Marco Travaglio che dipinge bene il comportamento di Stampa, Corriere e Repubblica verso San Monti... buona lettura!

da www.dagospia.it

TUTTI A CUCCIA
Marco Travaglio per "
il Fatto quotidiano"

Povero Monti. Non bastavano le consultazioni con 34 gruppi parlamentari affamati come branchi di lupi, le minacce del Cainano ferito e gli attacchi degli house organ berlusconiani. Ora deve pure fare i conti con la salivazione a mille della stampa "indipendente", che da quando ha avuto l'incarico non fa che leccarlo dalla testa ai piedi.

E, quando ha finito con lui, comincia a incensare la sobria Varese che gli diede i natali, la chioma sobria e argentata, la signora Elsa che rifugge sobriamente i riflettori, la chiesa dove assiste sobriamente alla messa, il portamento sobrio ed elegante, il sobrio ed essenziale eloquio, le battute sobriamente spiritose ("ha sense of humour e anche un po' di autoironia", assicura Repubblica), il sobrio "lei" per tutti (ma "senza supponenza", garantisce Repubblica) e il tu riservato alla sobria Bonino, che anni fa ebbe la fortuna di ballare con lui un valzer, ma - rivela lei stessa - "in maniera sobria".

E poi la sobria "vecchia berlina Lancia" prestata dal Quirinale ("auto italiana"), il sobrio Hotel Forum dove alloggia a Roma, i ristoranti dov 'è solito consumare pasti frugali e naturalmente sobri. Turiboli a manetta anche sui suoi effetti personali: il sobrio "loden verde d'inverno", il sobrio "pullover girocollo d'estate", il sobrio "giubbotto blu abbastanza leggero sfoggiato a Roma viste le temperature miti" (Repubblica), il sobrio "abito grigio" che è "la sua divisa", con una "cravatta blu chiaro sulla camicia bianca" che gli dà un sobrio "tocco di colore".

Per non parlare del sobrio "quadernone formato A4" (La Stampa) dove ogni tanto prende sobriamente appunti ("anche lui ogni tanto scrive", Repubblica) nel sobrio "ufficetto frugale e di servizio" (La Stampa). E poi i sobri "biscotti avvolti in una carta che celebra i 150 anni dell'Unità d'Italia" offerti ai suoi interlocutori e annaffiati da due sobrie "bottiglie d'acqua minerale, ma una è chiusa perchè manca il cavatappi" (Repubblica). E naturalmente il sobrio cane che gli fa sobriamente compagnia.

Dobbiamo a un prezioso ed esclusivo scoop del Messaggero la conoscenza della razza precisa del quadrupede, un "golden retriever", mentre è ancora Repubblica a rivelarci che col medesimo il professor Monti suole intraprendere lunghe "passeggiate nei boschi" nelle sere d'estate che trascorre nel suo "buen retiro in Engadina" tipico del "Montistyle" in "stile anglosassone". Al momento le informazioni sul fortunato animale si fermano qui, ma secondo indiscrezioni pare sia nato a Cernobbio durante un vertice della finanza che conta, tant'è che il suo nome sarebbe "Ambrosetti" (soprannome: Goldman Sax Terrier).

Ogni mattina, durante la sobria colazione, il cane Ambrosetti, a un cenno convenuto del padrone, gli recapita con un sobrio "arf arf" una copia croccante del Financial Times, poi si accuccia buono buono, ma soprattutto sobrio, a delibare i listini di Borsa di cui va ghiotto, concedendosi solo qualche sobrio latrato di soddisfazione o di preoccupazione. Esso infatti non abbaia: declama le quotazioni dei titoli azionari. E non morde: lui mònita in sei diverse lingue, in sobria sintonia con il Colle.

Da quando è esplosa la crisi finanziaria, ben conscio della fase drammatica che attraversa il Paese grazie alle tre lauree e ai sei master conseguiti nei college più prestigiosi, il primo cane bocconiano della Storia si è imposto un rigoroso regime di austerity: non scodinzola, non scava, non sporca, non caca, non orina, non tromba e, quando vede un osso, lo ignora accuratamente e sobriamente.

Se ne sta preferibilmente a cuccia, anticipando la sorte che toccherà agli italiani nei prossimi mesi. Ogni tanto, quando il padrone è impegnato, se ne va a zonzo solitario e meditabondo, chino sulle sorti dell'economia mondiale. Lo riconoscete dall'inconfondibile cappottino-loden verde d'inverno e dalla mantellina girocollo d'estate. Inutile offrirgli qualcosa da mangiare: alla parola "bocconi", lui pensa subito all'università.

La Cagata del giorno
post pubblicato in La Cagata del giorno, il 16 novembre 2011


da www.ilfattoquotidiano.it

“Se il buongiorno si vede dal mattino allora è notte fonda e sarò felice di votare contro la fiducia al prossimo Esecutivo”. Lo afferma Roberto Calderoli (Lega) commentando la creazione del ministero della Coesione territoriale. “Nulla da eccepire sulla qualità esul livello delle singole persone nominate – aggiunge Calderoli – ma il riscontrare la nascita di un ministero per la coesione territoriale significa aver creato il ministero del centralismo ovvero che ancora una volta il Nord verrà spremuto per garantire a qualcuno di continuare a mangiare a sbafo…”. E’ questo il riformismo di un Governo che non ha neanche un dicastero ad hoc per le Riforme?” si chiede l’esponente leghista assicurando che “il Nord non potrà accettare questo ennesimo schiaffo”.

A parte il solito linguaggio leghist-propagandistico da quattro soldi, la cosa che mi fa più ridere (ma essendo di fronte a Calderoli, la cosa è più che naturale!) è l'ultima parte del suo discorso: "E’ questo il riformismo di un Governo che non ha neanche un dicastero ad hoc per le Riforme?” si chiede l’esponente leghista assicurando che “il Nord non potrà accettare questo ennesimo schiaffo”.

Ci vuole veramente un'incommensurabile faccia come il culo, da parte di un esponente politico legato ad un partito che per quasi dieci anni (dicasi: 10 ANNI!) ha avuto un sedicente "Ministro delle Riforme" (per un certo periodo, lui stesso!) con il culo ben piantato e ben pagato a Roma, Umberto Bossi, che non ha mai fatto la riforma che si erano prefissati dal loro primo giorno di vita: il mitologico FEDERALISMO!!!!! Per non parlare di tutte le altre riforme NON fatte!

Spero che l'elettorato leghista, almeno quello con un minimo di sale in zucca, si renda conto della colossale presa per il culo che ha subito dai loro rappresentanti per 20 anni, e che ne tragga le conseguenze alle prossime elezioni, cancellando quelle merde per sempre dal panorama politico, italiano e padano (che non esiste)!

Calderoli, fai la tua schifosa opposizione che sarà condita dal soliti slogan-cazzata sulla secessione, e dal vostro solito vomitevole razzismo xenofobo, ma ricordati che hai ridotto, insieme a tuoi sodali, questo paese in una gigantesca MERDA, e la storia si ricorderà solo per questo di te, inutile scoreggia della storia d'Italia!

Questo non toglie che pure io non sia molto entusiata del governo Monti appena nato... tutt'altro! Ma ne riparleremo!

Ecco bravo, facci sognare... DATTI FUOCO!

Povera stella!
post pubblicato in Politica , il 15 novembre 2011


La "Vergine di Norimberga" Stefania Prestigiacomo, ormai ex-Ministro dell'Ambiente, è rimasta sconvolta dal fatto che, alla notizia delle dimissioni del "Miglior Governo degli ultimi 150 anni", la gente, invece che starsene a casa in lutto stretto, oppure accompagnare il PresDelCons in religioso silenzio verso il Quirinale, si sia invece scatenata in una festa popolare, condita anche, orrore!, da qualche insulto verso il Caimano e i suoi degni schierani!

La Prestigiacomo ci tiene a rimarcare quelle che, a suo avviso, sono differenze evidenti con la stagione di Tangentopoli. «Noi siamo gente perbene. E non abbiamo nulla di cui vergognarci».

Ha dichiarato la Presty. Molto discutibile che non abbiano "Nulla di cui vergognarci", visto che i gabinetti Berlusconi rimarranno famosi per le innumerevoli "Leggi Vergogna" promulgate dal suo schieramento al solo scopo di favorire il Sultano, negli affari e nei guai giudiziari! Anche sulla "Gente perbene" c'è da ridire, vista la corte dei miracoli che ha circondato da sempre il Cavaliere: dai vari Previti e Dell'Utri, fino al recente personaggio squallido emerso nel circo berlusconiano, l'impareggiabile Valter Lavitola!

Poi, scusate, non sono loro che dicevano che: "Tangentopoli era una farsa creata dalle Toghe Rosse, per colpire Craxi & C." ? Perciò, non dovrebbero esserci problemi ad essere paragonati a certi politici, se erano brave persone perseguitate al tempo, dovrebbe far piacere alla Prestigiacomo essere paragonata oggi a cotanti uomini di Stato!

Non voglio infierire sulla povera Prestigiacomo, perchè, poveretta, in questi tre anni e mezzo al ministero dell'ambiente, è stata il bersaglio preferito di Tremonti & C. in materia di tagli, che quando avvenivano, immancabilmente la Presty frignava e minacciava dimissioni (mai avvenute), e, allo stesso tempo, confermavano quanto fregava dell'ambiente al suo governo: un cazzo! Dopotutto, erano o non erano il governo dei condoni edilizi? (Altra vergogna, Stefy, vorrei ricordatelo, visto che non hai nulla di cui vergognarti!)

Insomma, Stefania, magari sarai anche una brava ragazza, non lo metto in dubbio, sicuramente ho più simpatia per te che per la Gelmini, la Carfagna, la Minetti ecc. Ma essere complici di certi banditi, rende meno brava, la cosiddetta brava gente, fidati, Presty! E la gente non è così smemorata, come credetevate quando mettevate in cantiere qualche porcata, e tende ad incazzarsi in certi momenti!

 

Nun chiaggnè!

... e pulite anche bene!
post pubblicato in Politica , il 14 novembre 2011


da www.corriere.it

La base PDL: "Lavata l'onta!"

Bravi! Adesso magari lavate anche tutto il piscio e la merda che ha lasciato dopo diciassette anni quasi ininterrotti di governo il vostro idolo, compreso il sangue che scorrerà a fiumi grazie al governo successivo al suo, e di cui, come al solito perchè non dobbiamo farci mancare niente, pure il PD si renderà complice! Ma ci sono abitutati, sono stati per 20 anni complici del Caimano! 

Comunque non capisco tutto questo scalpore per le contestazioni di sabato: chi ha dato l'esempio agli italiani negli ultimi anni, scannandosi in parlamento e in televisione, arrivando anche in alcuni casi allo scontro fisico? Ma i nostri cari politici! Soprattutto quelli che hanno ancora il coraggio di professarsi "Moderati", dopo vent'anni di arroganza, insulti e quant'altro... Oppure dovevamo sfilare gioiosi e grati per le via di Roma con colui che, simpaticamente, ci ha definito "COGLIONI"?!?!?!?

Questo è il paese che ci lascia Silvio... grazie, per la tua generosità!

Crepi l'astrologo!
post pubblicato in Politica , il 9 novembre 2011


Intervista apparsa stamattina sul "Gazzettino" a Renato Brunetta:

Renato Brunetta, in un'intervista al Gazzettino, loda la mossa delle dimissioni "ex post" di Berlusconi come soluzione "geniale, generosa e lungimirante, che rassicura i mercati e l'Europa, porta a casa la legge di stabilità e mette all'angolo l'opposizione".

Brunetta era lo stesso che, ad agosto, disse: "Tre mesi sistemiano le cose e rivinciamo le elezioni!"

Non c'è che dire, Brunetta è il vero profeta di sventura della fase terminale del governo Berlusconi! Con tutto il casino che è successo stamattina, dovrà cambiare strategia il "geniale, generoso e lungimirate!", trovare un'altra idea, perchè mi sa che Napolitano vuole accelerare la questione delle dimissioni, sai, caro "Renatino, lo stronzino"!

The Oracle!

Pensieri sparsi...
post pubblicato in Politica , il 8 novembre 2011


In una giornata che spero decisiva per le sorti (negative) del governo...

1) Berlusconi: "Se devo, morirò in aula!"

Magari nello stesso momento in cui cade il governo... doppio colpaccio!

2) Crosetto (sottosegretario PDL all'Economia) crolla, e ammette che era lui al telefono con Bechis di Libero, a cui ha dichiarato (parlando di Berlusconi): "Quella testa di cazzo è andato a Milano, ma entro domani si dimette!"

Non ti angosciare, Crosetto, siamo in tanti che la pensiamo come te... cioè che B. è una (grandissima) testa di cazzo!

3) (http://video.corriere.it/russa-sfoggia-suo-tedesco/a795e1e0-09d7-11e1-8aac-d731b63fbb0f) La Russa parla ai giornalisti in tedesco: "Non ve l'aspettavate, vero?"

Forse i giornalisti no, Ignazio, ma io onestamente, visto il tuo passato (e il tuo presente), me l'aspettavo proprio che conoscevi bene il tedesco!

Nella foto/1: Berlusconi defunge alla fine dell'estenuante giornata parlamentare... e pensare che era passata la fiducia!

Nella foto/2: l'ira funesta del sottosegretario Crosetto, sputtanato dal "Fuoco Amico" di Libero!

Nella foto/3: Ignazio La Russa, ai tempi in cui frequentava un corso di tedesco avanzato...

Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv