.
Annunci online

"STATE PER ENTRARE IN TERRITORIO ZAPATISTA RIBELLE, QUI IL POPOLO COMANDA E IL GOVERNO OBBEDISCE!"
Pagliacci Padani! (che non esistono)
post pubblicato in Politica , il 5 dicembre 2011


Nel giorno in cui il nuovo governo tecno-clerico-neoliberale ci da una mazzata storica, dandomi la prospettiva di altri ventinove anni di lavoro, e facendo piangere i soliti noti, a Vicenza andava in onda l'ennesima farsa leghista, che ci faceva piangere, si, ma dal ridere! Liberati dalle comode poltrone di questi anni, i padani (che non esistono) hanno convocato, illegalmente e senza essere riconosciuto neanche dalla Micronesia (strano che nessuno lo faccia notare...), il leggendario (e inesistente) Parlamento Padano... praticamente il primo caso di parlamento a gestione privata, dato che non è stato legittimato da nessuna elezione o entità superiore, se non i quattro vecchi rottami scassoni e pezzi di merda che l'hanno convocato! Pensando che la gente abbia scarsa memoria, e non ricordi i dieci anni di (mal) governo romano al fianco del "Mafioso di Arcore" (Bossi dixit), giocano a fare i finti rivoluzionari, blaterano di secessione, anche se appena uno li guarda in faccia, capisce che non farebbero paura nemmeno ad un ospizio di ultra-novantenni! Insomma, grazie al governo Monti, ci tocca risorbirci le pagliacciate di questi parolai verdi, che straparlano da vent'anni di emerite cazzate, mentre sono stati tra i primi a piantarla nel culo agli italiani, in particolare al tanto amato nord! Con l'aggravante della loro ormai anacronistica xenofobia, che li pone fuori dalla storia futura del paese e del mondo! Poi, un'altra cosa che mi ha fatto particolarmente incazzare, è stata la dichiarazione di sabato mattina da parte di qualche demente loro pari, che ha attaccato il governo per la "Iniziativa provocatoria di presentare la manovra proprio nel giorno dell'insediamento del Parlamento Padano (che non esiste, ndr)!"... ma porca troia, il governo "provoca"? Ma ad una dichiarazione del genere, talmente idiota e falsa, non andrebbe nemmeno dato spazio, come non va dato spazio alle pagliacciate di quella merda di partito! AVETE ROTTO I COGLIONI, PADANI (CHE NON ESISTETE!)

Nella foto: esempio di compenente del pagliaccesco Parlamento Padano (che non esiste)... Lecch... si... leccami l'anno, imbecille! Da notare lo schieramento ingente di forze dell'ordine alle spalle... Dato che non esiste la polizia padana, si fanno proteggere il culo dalla polizia italiana.... comodo, eh, coraggiosissimi padani (che non esistono)?!?!?!?!?

 

Ma vai a cagare, cretino!
post pubblicato in Politica , il 18 novembre 2011


Scilipoti si presenta in data odierna alla Camera con il lutto al braccio... perchè ora il suo pignoramento va veloce come un treno?!?!?!? Uomini come lui, dovrebbero sparire dalla faccia della terra! PAGLIACCIO E IMBECILLE!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. merda personaggi inutili cazzate pagliacci

permalink | inviato da Mauro1977 il 18/11/2011 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Cade cade cade cade... NON CADE!!!!
post pubblicato in Politica , il 4 novembre 2011


E sapete perchè? Affinchè noi si possa continuare a sentire le pallosissime onde radio di "Radio Radicale", il Caimano, tramite il suo portavoce in fatto di compravendita deputati Denis Verdini, è pronto a comprare gli ultimi parlamentari in vendita, gli eroici Radicali, eletti nelle file del PD! E' già pronto il bonifico, a spese nostre, per l'ascoltatissima radio di Pannella & C., così lunedì o martedì salverano per l'ennesima volta il real cocige, anche se per pochi giorni ancora, visto che dopo ci sarà veramente poco da comprare ancora in parlamento, oltre che poco da offrire, ormai... anche se i nostri eroici parlamentari sono sempre pieni di sorprese, e non si sa mai che non salti fuori qualche altro peones morto di fame (e di fama), pronto a vendersi per due lenticchie e quattro fagioli!!!!

Grazie Walter, non ti sarò mai abbastanza grato per la gente che hai portato in parlamento tre anni e mezzo fa... Fidati, mi ricordo di te in tutte le orazioni del mattino!

Stracquadanio... le avventure continuano!
post pubblicato in Politica , il 3 novembre 2011


           

“Il trio Bersani, Di Pietro, Vendola è il responsabile del debito”. Giorgio Cleio Stracquadanio, Pdl, ha trovato i responsabili della crisi. Poi l’onorevole frondista, tra i sei autori della lettera inviata a Silvio Berlusconi, definiti: i dissidenti del partito, già oggi non sembra più essere così convinto a chiedere un passo indietro al premier. “Non era ostile la nostra lettera con Berlusconi, i giornali non hanno neanche letto la lettera”. Incalzato, inoltre, dal cronista di Piazzapulita (La7), lo stesso aggredito ieri sera all’Hotel Hassler di Roma, nervoso risponde: “Lei fa domande cretine”.

(video tratto da www.ilfattoquotidiano.it)

Tempo fa dissi che urgeva il TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio) per l'On. Giorgio Stracquadanio... beh, credo che ormai non si possa più rimandare, per il suo bene e per quello di chi gli sta intorno, parenti compresi... provate a pensare a questo psicopatico con un'arma in mano? Preferirei essere ad una cenetta intima a lume di candela con Hannibal Lecter! Capisco la rabbia e la tensione per gli ultimi giorni di Pompei, ma non è colpa degli altri, se sei solamente un povero mentecatto imbecille! Rilassati, o una trombosi non te la leva nessuno!!!!!

Probabilmente lavorano tutti al Circo Togni
post pubblicato in Politica , il 31 agosto 2011


Dopo l'ennesima farsa del ritiro dell'emendamento sulle pensioni, dopo un incontro tra Sacconi (di merda) e Bobo Maroni (sta grandissima cippa di cazzo!), ormai è chiaro chi abbiamo di fronte: una manica di pagliacci, che non fanno ridere, capitanati da due vecchi rottami: uno che ormai non sa più cosa dire, l'altro che fa il celodurista, il bullo e poi si fracassa una spalla cadendo dal letto... MA ANDATE A CAGARE! Se non fosse che alla fine chi ci rimette siamo noi, ci sarebbe da farsi solo un sacco di risate!

Nella foto: immagini dal super vertice di Arcore... 7 ore per partorire la solita montagna di merdate... complimenti!

Il Coglione
post pubblicato in Politica , il 21 febbraio 2011


da www.repubblica.it

L'INTERVISTA

"Berlusconi è fortissimo e ha i numeri
Fini non ha creduto alla mia wikipolitics"

Luca Barbareschi: con me Fli era al nove per cento, ora all'uno. Sono difficile da tenere a freno. Questo governo è quadrato, ministri di prim'ordine: Paolo Romani, per esempio di ANTONELLO CAPORALE

Diciamo che il rafforzamento del tuo portafoglio, pagliaccio, ti portà a tornare tra le braccia del Caimano, visto i contratti milionari che all'improvviso hai firmato con la Rai, merdaccia...

Sicuro che portavi voti a FLI? Vedendo gli incassi dei tuoi film e gli ascolti che fai in televisione, non mi sembri così popolare, a parte, forse, tra i coglioni come te!

Luca, facci sognare, rivoltala contro te stesso la pistola!

Invece di tagliare la cultura, tagliamo...
post pubblicato in Politica , il 30 novembre 2010


...l'uccello a chi so io! Perchè mentre Tremonti, in complicità con il poeta Bondi, distrugge quella che per patrimonio e storia, la Cultura, dovrebbe essere la prima industria del paese (altro che certe inutili fabbrichette di automobili!), con la scusa dei tagli e che "Con la cultura non si mangia!", poi si viene a scoprire tramite il cosiddetto Ministro della Cultura, sempre il tristemente famoso Sandro Bondi, che qualcuno ci mangia, e bene, in particolare gli "amici"... Tipo l'associazione teatrale di Fivizzano, dove il nostro è stato Sindaco (comunista), beneficiata di euro 250.000,00 (!!!!)... oppure obbligare la Mostra di Venezia, ad invitare un filmetto bulgaro, a spese dello stato italiano per Euro 400.000,00, che non ha visto nessuno, far inventare un premietto da assegnargli, e scoprire che ha codesto filmetto sono anche stati elargiti euro 1.000.000,00 da Rai Cinema!!!! Ora io ricordo grandi registi russi (Mostovoi, Michalkov), polacchi (Kieslowski, Wadja), cechi (Sverak), qualche ungherese, ma bulgari... nessuno! Poi leggo che l'attricetta-regista-gnocchetta di quest'imprenscindibile "Opera Prima" dal titolo "Goodbye Mama" è una carissima amica del PresDelCons italiano e del PresDelCons bulgaro, e che Bondi e Masi non siano indifferenti al fascino del Cainano... beh... lo sappiamo tutti! Ora, si sa che la questione dei contributi ai film da parte dello stato è da sempre materia spinosa, su cui spesso hanno fatto figuracce anche ministri del centro-sinistra (vedi Veltroni)... La cosa che però mi fa tremendamente incazzare è che sta gentaglia si spaccia pure per il "Governo del Merito!" e che un'annetto fa spopolava la conferenza in cui uno gnomo rachitico e pezzo di merda, che pare sia un ministro che risponde al nome di Renato Brunetta, in un crescendo di eccitazione e di toni, caricato dal pubblico presente, ricopriva di insulti praticamente tutta l'industria culturale italiana, secondo lui solamente un branco di incapaci, che non facevano nulla di buono con l'aggravante di essere pure mantenuti con i soldi dello stato! A quel punto, evidentemente, hanno deciso che i cinematografari falliti da mantenere li dovevamo andare a cercare in Bulgaria per finanziarli inutilmente, almeno lì qualche gnocca c'è! Insomma: un bel soffocone che agli italiani è costato 1.400.000,00! Ma per il cazzo di Sua Maestà, questo ed altro!
A CASA, MERDE!!!!!!!!

da www.repubblica.it

IL CASO

Un milione di euro per il film della Bonev
la Rai ha finanziato l'amica del premier

Nuove rivelazioni su "Goodbye mama" dopo la trasferta pagata dal governo alla delegazione bulgara. Masi chiese di comprarlo perché rientrava in un accordo italo-bulgaro

di PAOLO BERIZZI e LEANDRO PALESTINI

MILANO - Non solo premiato con un riconoscimento patacca calato dall'alto. Non solo portato al Lido di Venezia a spese del "paese ricevente" (l'Italia): Goodbye Mama, il film di Dragomira Michelle Bonev per il quale si è molto adoperato il ministro della Cultura Sandro Bondi, è stato finanziato da Rai Cinema con 1 milione di euro. La richiesta di acquistare i diritti del lungometraggio è arrivata nel 2009 dal direttore generale della Rai, Mauro Masi. Che con una lettera inviata a Caterina D'Amico, allora amministratore delegato di Rai Cinema, chiese formalmente di comprare quell'opera. "La direzione spiegò che quel contratto si doveva fare perché rientrava in un accordo strategico di coproduzione televisiva Italia-Bulgaria - dice Caterina D'Amico - un accordo che era stato firmato dai ministri dei due paesi. Il film non l'ho neanche visto. E comunque non era importante se mi piacesse o no. Io ero amministratore delegato di una controllata Rai. Se il mio azionista, attraverso la direzione generale, mi chiede di acquistare un film, io lo devo fare".

Sulla non imperdibile opera prima della Bonev - l'attrice-imprenditrice presentata da Bondi come una cara amica del premier Berlusconi e del primo ministro bulgaro Boyko Borisov - l'ex a. d. di Rai Cinema aggiunge: "Perché la Rai lo ha voluto comprare bisogna chiederlo a loro. Io ho solo eseguito ciò che mi è stato chiesto". Un'ulteriore conferma dell'investimento fatto dalla tv di Stato arriva da Paolo Del Brocco,

il manager che dirige oggi Rai Cinema. "Abbiamo acquistato i diritti del film dalla Romantica Entertainment (la società di produzione di Michelle Bonev nella quale figura anche Licia Nunez, un'altra amica di Berlusconi, attrice e show girl finita nell'inchiesta sul giro di ragazze inviate a pagamento da Gianpaolo Tarantini alle feste del premier, ndr). Chi c'era nella produzione di quel film - spiega Del Brocco - non sono tenuto a saperlo". Altro discorso è il futuro che attende il film e il guadagno che Rai Cinema ne ricaverà (se ne ricaverà). "E chi lo sa? - risponde - non so neanche se andrà nelle sale...".

In effetti del cammino di Goodbye Mama, fin qui, tutto si può dire tranne che non sia ancora da decifrare. Se la Rai e il ministro della Cultura ci hanno investito molto (fu Bondi a ordinare a Nicola Borrelli, direttore generale del suo ministero, di
portare la Bonev a Venezia 1 perché Berlusconi glielo aveva promesso; all'attrice bulgara fu poi assegnato un premio che tutto compreso è costato all'Italia 400mila euro), in Bulgaria non tutti credevano così ciecamente nei meriti artistici della Bonev. "Il film è costato 2 milioni e 750 mila euro", ha dichiarato lei alla tv bulgara Btv. Centocinquantamila sono arrivati dal centro nazionale per la cinematografia bulgara; tutto il resto - ha spiegato - dall'Italia. Prima di ottenere quell'esiguo contributo bulgaro, Bonev ha bussato alla National Film Kommission del suo paese. Ma l'istituto le rispose picche, non ritenendo il progetto meritevole di un finanziamento. La Rai ha pensato diversamente. Ora i maligni fanno notare come Bonev - forse anche per la sincera amicizia con Berlusconi - sia sempre stata nelle grazie dei direttori generali della Rai. Prima Agostino Saccà, che nel 2003 la impose a Sanremo. Poi Mauro Masi, che ordinò di comprare il suo film. 

(30 novembre 2010)

 

Javier Zanetti Buenos Aires 10-08-1973 Palermo 19-09-2010
post pubblicato in Calcio e cazzeggio, il 20 settembre 2010


Luca Bottura da "Il Corriere della Sera"

MORTE NEL POMERIGGIO - «Ho visto Zanetti trasportato fuori dallo stadio e soprattutto veniva coperto da un lenzuolo» (Roberto Gueli, «Stadio Sprint», Raidue)

Addio Capitano, e grazie di tutto!



P.S.: Scusa Capitano, per l'humor nero, so che se vivo, vegeto e stai bene, ma nel post precedente si parlava del dramma dei giornalisti uccisi, qua invece si è passati alla farsa del telegiornalismo sportivo italiano, dove il più serio pare che sia diventato Biscardi! Per mezz'ora, ieri dopo Palermo-Inter, tra Rai, Mediaset Premium e Sky non si sapeva che cosa ti era successo! Complimenti a tutti!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pagliacci inter zanetti televisioni

permalink | inviato da Mauro1977 il 20/9/2010 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre       
calendario
adv