.
Annunci online

"STATE PER ENTRARE IN TERRITORIO ZAPATISTA RIBELLE, QUI IL POPOLO COMANDA E IL GOVERNO OBBEDISCE!"
Vedi alla voce: "Partito di merda!"
post pubblicato in Politica , il 28 novembre 2011


da www.ilfattoquotidiano.it

Concita De Gregorio: “Il Pd ha perso di proposito le elezioni regionali del Lazio”

L'ex direttore de l'Unità, ospite all'assemblea nazionale di Tilt a Pisa, ha raccontato i particolari della strategia del Partito democratico. Che volutamente non ha appoggiato il referendum , il NO B. Day, le manifestazioni studentesche e, soprattutto, la candidatura di Emma Bonino a presidente del Lazio. E i Radicali vanno all'attacco

Il Partito democratico ha perso di proposito le elezioni regionali nel Lazio per far vincere la Polverini e, in tal modo, rafforzare Fini. E poi. Il Pd non ha aderito alle campagne degli studenti perché “tanto non votano”, non ha sostenuto il “No B. Day” perché “non è una manifestazione” creata dai democratici e non ha appoggiato il referendum perché “tanto non raggiunge il quorum”. Fino a qualche giorno fa erano solo delle congetture ad appannaggio dei retroscenisti politici, oggi invece sono diventate qualcosa di più. Merito di Concita De Gregorio. L’ex direttrice de L’Unità, infatti, intervenendo sabato scorso all’assemblea nazionale di Tilt a Pisa, ha rivelato alla platea particolari per certi versi imbarazzanti sulla strategia del maggior partito di opposizione che, a sentire la giornalista di la Repubblica, le avrebbe impedito di portare avanti campagne politiche sulle pagine del quotidiano fondato da Gramsci.

Particolarmente interessante, in tal senso, ciò che è avvenuto nelle stanze del potere dei democratici dopo la candidatura di Emma Bonino alle elezioni regionali del Lazio. La ricostruzione della questione direttamente dalle  parole di Mario Staderini. Il leader dei Radicali, infatti, dopo aver appreso i retroscena rivelati dalla De Gregorio, ha scritto una nota in cui riprende le parole della ex direttrice de l’Unità.

“Durante l’assemblea nazionale di TILT dello scorso 26 novembre – scrive Staderini – Concita De Gregorio ha confermato quanto ci era parso subito oggettivo ed evidente: il Partito Democratico ha voluto far perdere Emma Bonino alle Regionali del Lazio”.  A questo punto, l’esponente radicale ha ripreso la ricostruzione della giornalista, che ha detto testualmente: “Quando Emma Bonino si autocandidò a Roma per assenza di candidati del centrosinistra, aveva tutte le possibilità di vincere, lo dicevano i sondaggi e le esperienze di vita. Siccome il Pd non sembrava di voler sostenere la candidatura di Bonino, sono andata da un altissimissimo dirigente nella sede del Pd e ho chiesto: ‘Siccome esiste un candidato del centrosinistra ed uno del centrodestra, io vorrei sapere se per caso voi avete deciso di non sostenere questa candidatura. Siccome mi sembra che sia cosi, diciamocelo, è ipocrita e inutile che l’Unità faccia la campagna quando nei circoli del Pd arrivano indicazioni di non fare volantinaggio’”.

La risposta dell’altissimissimo dirigente del Pd? Concita De Gregorio non ha usato giri di parole: “Mi ha risposto così – ha detto – : ‘A noi questa volta nel Lazio ci conviene perdere. Perché, siccome la Polverini è la candidata di Fini e siccome è l’unica sua candidata della tornata, se vince, Fini si rafforza all’interno della sua posizione critica del centrodestra e, finalmente, si decide a mollare Berlusconi e a fare il terzo polo, insieme a Casini. E noi avremmo le mani libere per allearci con Fini e Casini e andare al governo. Senza ovviamente che gli elettori ci mollino, senza perdere troppo consenso. Perché non saremo noi a condurre questa operazione, noi perdendo oggi daremo solo il via, il resto lo farà la crisi economica’”.

Alla luce della rivelazione, Mario Staderini è passato all’attacco: “Questa rivelazione avrebbe del clamoroso se non fosse che avevamo denunciato tutto a tempo debito – ha commentato il leader dei Radicali -. Bastava infatti guardare il budget della campagna elettorale del centrosinistra, che nel caso della Bonino era un quarto di quanto speso per Marrazzo. A questo punto – ha chiesto Staderini – , al di là del dirigente citato dalla De Gregorio e che dall’audio sembrerebbe essere individuato in Fioroni, credo che Pier Luigi Bersani debba dire la verità e chiedere scusa agli elettori che sostennero la candidatura di Emma Bonino”.

Che dire? Non ho particolare simpatia per i Radicali, anche se la Bonino rimane l'unica figura decente che hanno, ne per la De Gregorio, brava giornalista, ma un pò troppo snob e radical chic... Però ritengo che sia persona seria, perciò non vedo perchè si debba sbilanciare con certe clamorose dichiarazioni, se non fossero vere! Non voglio nemmeno pensare che lo faccia per astio, dato che non si è lasciata benissimo con l'Unità! Quindi questa vicenda, l'appoggio incondizionato al Governo Monti, la vicenda Fassina di cui ho già parlato, mi confermano ancora una volta il mio pensiero sul PD, cioè che manchi una "M"... PDM, Partito Di Merda! E noi dovremmo nutrire speranze in questa gente? Cosa avranno di tanto diverso da chi ci ha governato fino al 12 novembre???? Si lamentano che poi la gente vota Grillo??? Ma che cazzo pretendono???? Questi vogliono farci morire centristi, democristiani e neoliberisti... ma non avranno mai la mia pelle!!!! E' ora di ribellarci, anche a nostri cosiddetti padri, se ci stanno confenzionando questa belle torta di merda per il futuro! 

Nuova Campagna!
post pubblicato in Politica , il 24 novembre 2011


Dice ad Enrico Letta che con la lettera della BCE può pulirsi il culo...

Disprezza Ichino e le sue proposte sul lavoro quasi peggiori di quelle di Sacconi...

Dice ad Oli Rehn, il commisario europeo: "Ok, va bene, vi abbiamo dato Monti... ora cosa volete anche, una fetta del nostro culo?!?!?!?"

Partecipa alle manifestazioni della FIOM...

In conclusione, altro che dimissioni da Responsabile Economico del PD.... STEFANO FASSINA SEGRETARIO DEL PD!!!!!!!

E diciamolo qualcosa di sinistra... cazzo!

P.S.: poi gli chiede di dimettersi Enzo Bianco, Sindaco di Catania nel 1989... ma vaffanculo!

Quant'è brutta la Leopolda!
post pubblicato in Politica , il 2 novembre 2011


Cosa ne penso di Renzi, l'avevo già dichiarato in questo post (http://disinformazia.ilcannocchiale.it/2011/10/27/opinioni.html), dopo la due giorni di Firenze alla Stazione Leopolda, le mie idee non sono cambiate affatto, anzi, si sono rafforzate! Perchè se il cosiddetto "Rinnovamento" deve passare dal:

  • portare dalla nostra Giorgio Gori, ex - direttore di Canale 5 e inventore del "Grande Fratello" (minchia che curriculum)
  • seguire alla lettera tutte le teorie economiche ultra-liberiste del Senatore PD Pietro Ichino (Sic!) in materia di lavoro;
  • essere d'accordo in materia di privatizzazione dell'acqua, nucleare, Tav ecc.;
  • essere dalla parte di Marchionne senza se e senza ma;
  • condividere la lettera della BCE;
  • annoverare tra i propri fans i Radicali (burp) e Littorio Feltri (UUUAAAAHHHRGHHHH!!!!)

insomma, essere un centro-destra, mascherato da centro-sinistra, solo senza Berlusconi... beh, allora ragazzi, penso seriamente di tenermi l'originale, almeno non avrò il senso di colpa di averlo pure votato!

Possibile che, in un momento drammatico come questo, dove il neoliberismo finalmente mostra la corda, non ci sia uno, dico uno, che dica veramente qualcosa di sinistra?!?!?!?!? Anzi, le poche eccezioni, come l'economista Fassina o Civati (che apre ad alcune delle proposte dei grillini, invece di attaccarli sempre e comunque), che osano alzare il ditino e provare a dire qualcosa di diverso, vengono immediatamente o isolate, o ignorate!

E con questo, rimango fortemente anti-D'Alemiano e nutro molti dubbi su Bersani, due personaggi che sicuramente non vedono di buon occhio Renzi!

Ma mi sono stancato di vedere nascere personaggi che, per provare a fare qualcosa di nuovo, scimmiottano il peggior conservatorismo del centro-destra... le uniche cose decenti dette da Renzi, riguardano l'immigrazione, ma direi che sono veramente poca cosa, rispetto al resto!

Insomma, grande è la confusione sotto il cielo della sinistra italiana, perciò anche il dopo-Caimano, rimane preoccupante!

E poi Baricco... DU' PALLE!!!!!

Opinioni...
post pubblicato in Politica , il 27 ottobre 2011




Nella foto: Matteo Renzi in uno dei suoi pochi successi raccolti nella vita, la partecipazione alla "Ruota della Fortuna"...

Opinioni su Renzi raccolte qua e là:

Bersani: "E' una risorsa"

D'Alema: "Un giovane brillante"

Qualcuno del PD (sotto effetto di stupefacenti): "E' l'unico che può rimettere in moto il partito!"

Disinformazia: "E' una testa di cazzo!"



Figure di merda!
post pubblicato in Politica , il 6 ottobre 2011


Graziano Del Rio, Sindaco PD di Reggio Emilia, è stato eletto presidente dell'ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani. Incarico prestigioso, per il primo Sindaco reggiano che non viene da origini PCI, ma dal mondo cattolico... Non è che sia questo gran Sindaco (sempre meglio comunque dell'ex-Sindaco di Parma Vignali), ma comunque ci può stare, visto l'esperienza che ne deriva da 7 anni di amministrazione cittadina, ma non è di questo che voglio parlare, bensì del contesto in cui è avvenuta l'elezione... ovvero in uno di quei momenti in cui il PD e il suo gruppo dirigente riescono a sputtare la loro già scarsa credibilità! Perchè grazie ad una delle sue menti più illustri, l'On. Massimo D'Alema (dio lo strafulmini!), sono riusciti per l'ennesima volta a dimostrare quello che sono, un partito totalmente inutile e inesistente! Succede che Massimino, fottendosene dell'indicazione del partito, voglia, come un bambino capriccioso, che a quella poltrona si appoggino le chiappe di un suo uomo, Michele Emiliano, Sindaco di Bari... Persona sicuramente valida, ma se l'indicazione era "Del Rio", il buon D'Alema si dovrebbe ficcare la lingua nel culo e accettare la decisione! Invece va dritto come un caterpillar, e, con una delle sue astute mosse mooolto intelligenti (si sa, la leggenda metropolitana vuole che lui e Giuliano Ferrara siano moooolto intelligenti!) spacca, senza che ce ne fosse bisogno, il partito, causando una vittoria striminzita di Del Rio, e regalando un bella figura di merda a tutto il PD! Questo conferma i miei timori: siamo sicuri che quando il Caimano cadrà, le cose saranno migliori? Temo di no, il PD è ancora retto da gentaglia come D'Alema, Veltroni (che ultimamente, tanto perchè non sapeva cosa fare, si è messo a leccare il culo del Papa!) e altri dirigente legati a doppio filo con Berlusconi, se non addirittura complici! E' di pochi giorni fa la notizia che, tramite un analisi dei numeri sui voti parlamentari, il maggior alleato del governo è... l'opposizione! Avete capito bene, grazie alle assenze (in particolare, guarda caso, del PD) in parlamento su voti di fiducia decisivi per la maggioranza, dato che riguardavano scelte politiche importanti su cui si giocava la sopravvivenza del governo, si è sempre salvata grazie al fatto che mancavano molti deputati dell'opposizione... dopotutto, non saranno mica pagati per andare in parlamento?!?!?!?!? Come ha sempre detto Crozza: "Nello statuto del PD c'è proprio scritto: Non puoi far cadere alcun governo, tranne che il TUO!" Se poi guardiamo al segretario, è meglio stendere un velo pietoso... Bersani, che sembrava un pò ringaluzzito, naviga a vista tra distinguo, tra "vorrei ma non posso" ed altri equilibrismi, vedi l'atteggiamento verso i referendum di giugno e la raccolta firme sul quesito elettorale anti-Porcellum... Prima un atteggiamento quasi ostile verso i promotori, poi quando le iniziative si sono dimostrate un successo, perchè la gente è molto più intelligente della sua classe politica e dirigente (smentendo il luogo comune che dice "ogni paese ha la classe politica che si merita"... no, non è vero, noi meritiamo di meglio!), se ne esce bello bello mettendo il cappello su iniziative di cui non ha alcun merito! Senza parlare, visto che l'ho già fatto spesso, delle cosidette "quinte colonne" del nemico all'interno del PD: Renzi, Follini, Letta, Fioroni ecc. Insomma, se non fosse che gli altri sono in caduta libera, il PD non farebbe veramente nulla per vincere davvero le elezioni, anzi, sembra che faccia di tutto per perderle nuovamente... le vinceranno probabilmente a loro insaputa, visto che per una strana legge dei vasi comunicanti, i due partiti maggiori perdono entrambi consensi, ma, grazie al Caimano & Sgherri, il PDL, per ora, ne perde molti di più.... tutto molto triste, direi!!!!!

Nella foto: qualcosa che non dovrebbe esistere, per il bene della sinistra italiana!

Ormai è tardi, per la questione morale!
post pubblicato in Politica , il 8 luglio 2011


« la questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata la questione politica prima ed essenziale perché dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico. »
(enrico berlinguer, intervista a "la repubblica" del 28 luglio 1981)

Il titolo del post invece si riferisce alla canzone di chiusura di "Avanzi", lo storico programma di Rai Tre che lanciò Corrado Guzzanti, la Dandini, Fassari, il mitico Pier Francesco Loche ecc... era il 1992, Tangentopoli era appena scoppiata e la canzone scherzava su quell'Italia che, in 11 anni, era passata dalla storica intervista di Scalfari a Berlinguer, ai magheggi e le ruberie di Craxi e soci... Sembrava un secolo già allora, e a quel tempo, in cui ero un giovanissimo virgulto di 15 anni, speravamo che il futuro ci regalasse qualcosa di migliore per questo malandato paese, dove magari almeno le tangenti e la corruzione fossero un lontano ricordo... UNA CIPPA DI CAZZO!!!! Sono passati 30 anni precisi dall'ultimo leader vero e decente della sinistra italiana (sigh! sigh! sigh!) e il suo denunciare il malcostume italico della corruzione, e siamo qui, tra P4, maneggioni, faccendieri e imprenditori truffaldini... Ma cosa ancor più drammatica, siamo passati da Berlinguer a.... MASSIMO D'ALEMA! Che ciclicamente, ogni tre-quattro anni, fa emergere dalle sue amicizie e altro, una fauna di corrotti, corruttori, ladri, stronzi e quant'altro... ciò nonostante, da 20 anni tiene in ostaggio la sinistra con le sue cazzate, la sua stupidità (anche se ancora qualcuno pensa sia molto intelligente) politica, la sua eterna guerra con l'altro imbecille Veltroni... Con lui, altri personaggi che ormai hanno veramente fracassato lo scroto, come ad esempio Luciano Violante, passato in 30 anni da una brillante carriere di magistrato, a deputato e presidente della commissione antimafia, fino ad essere Presidente della Camera... a quel punto, la carica deve avergli dato alla testa, perchè da lì ha inizio il suo personale declino politico. Prima cosa, lo sdoganamento della Repubblica di Salò e dei suoi aderenti, magari fatto in buona fede, ma che ha dato inizio ad un percorso di revisionismo non dedicato a voltare pagina con una vera memoria condivisa, ma ad accentuare ancora di più le differenze, ed anzi, arrivare al punto di un totale ribaltamento della realtà, con gente che tra libri e commemorazioni cerca di spacciare, a proprio uso e consumo, oltre che per fini propagandistici, verità ignobili!

Poi ci fu il geniale discorso alla Camera del 2002, dove certificò che il centro-sinistra non aveva fatto, e non avrebbe fatto nemmeno in futuro, niente per il conflitto di interessi di Berlusconi, in nome di non si sa cosa, forse quello di perdere ancora qualche voto, gettando la maschera di un inciucio continuo di cui ha beneficiato solamente il Caimano, almeno apparentemente, perchè se l'hanno fatto senza essere pagati, sono doppiamente coglioni! Infine, in questi anni si è prodigato, da buon ex "Toga Rossa", nel dare una sponda al Governo per le porcate sulla giustizia, nel senso che se non venivano in mente ad Alfano e soci, le suggeriva direttamente lui! Niente da dire Luciano, una bella carriera buttata nel cesso!  Ora sia lui che D'Alema, tirati pesantemente in ballo dall'ultimo scandalo sulle tangenti su aerei ed Enac, querelano Panorama e addirittura Il Fatto Quotidiano (ah, questa stampa comunista!), rei solamente di averne parlato... Non c'è male come involuzione: dal discorso di Berlinguer al peggior craxismo di riflusso, fino ai vizi di questa merdosissima Seconda Repubblica, ovvero il voler imbavagliare la stampa "sgradita"... Ma ne ho parlato spesso, questa opposizione è la copia precisa e sputata di Berlusconi, quando finalmente sarà finito tutto questo marciume, che non coinciderà con la finta candidatura di Alfano, finiranno anche i D'Alema e i Violante... Fossi nella sinistra non aspetterei fino a quel momento, me li leverei dalle palle il prima possibile!!!!!!

Ma non era meglio se fosse crepato lui, al tempo, invece di Enrico?!?!?!?!?

Sindrome da immuno-deficenza berlusconiana acquisita!
post pubblicato in Politica , il 30 giugno 2011


Ricapitoliamo, a quasi un mese dai trionfi elettorali, il centro-sinistra è tornato alle vecchie abitudini, tanto care al Caimano, cioè quelle di squartarsi l'uno con l'altro, per paura di vincere e vedere sparire la loro unica ragione di vita: Berlusconi stesso! Da cosa lo deduco? Beh, scusate, i fatti sono chiari e sotto gli occhi di tutti:

  • Il PD, grazie alla solita intelligenza politica di D'Alema (sponsor principale del povero Bersani), è riuscito ad entrare sia nell'inchiesta P4, sia a vedere arrestato per tangenti un suo importante esponente, Massimo Pronzato, guarda caso dalemiano di ferro!
  • Nichi Vendola, un minuto dopo la vittoria di Pisapia, ha pensato bene di distruggere tutto il consenso che si era costruito negli ultimi due anni, prima con un catastrofico discorso in Piazza Duomo (ripudiato anche da Pisapia stesso), poi, fregandosene bellamente del referendum sull'acqua, ha aumentato le tariffe in Puglia e rispondendo alla domanda "Perchè non l'ha detto prima?", da vero politicante di merda ha ribattuto con un: "Non me l'avevate chiesto!"... complimenti Nichi, a questo punto mi tocca dare ragione a Grillo e ricredermi: gratta gratta, è il solito politicante del cazzo! Degno erede di quell'altro grande bluff che fu Fausto Bertinotti, che riuscì a prenderci per il culo un decennio, mentre il suo credo sono, come dimostrato pochi giorni fa, le feste mondane e ultra-Vip romane, a cui partecipa insieme alla moglie Lella!
  • Di Pietro, che per anni è stato il duro e puro dell'antiberlusconismo militante (mentre a livello locale coltivava i Scilipoti), ora si scopre democristiano perfetto, forse per contrastare l'astro nascente De Magistris, e come un Mariano Rumor qualsiasi, manda messaggi d'amore e distensivi al Caimano! E così si ritrova a colloquiare tranquillamente con in nemico di sempre, quando tutti s'aspettano invece che almeno gli cacci una pedata nel culo!
  • La CGIL, dopo anni di (probabilmente finta) freddezza con i servi del governo Bonanni e Angeletti, in un colpo solo si accoda alla carovana dei leccaculo di Marchionne firmando un accordo capestro con la Confindustria, e mettendo ancora più in un angolo l'unico sindacato che negli ultimi tempi si era battuto contro uno svilimento delle relazioni sindicali, la FIOM... La tempistica è poi talmente sospetta da non pensare ad un dispetto della Camusso a Landini, visto il successo delle celebrazioni dei 110 anni della FIOM, sfociate con la grandiosa serata di Bologna con Michele Santoro... Invidia, forse, da parte di un  Sindacato che solo a parole non vuole farlo credere, ma che nei fatti, fa parte della casta che si è creata negli ultimi anni nelle tre sigle sindacali principali? Mah...
  • Infine le 400 posizioni diverse sul caso NO TAV, divisi tra favorevoli ma con moderazione, contrari con decisione, tra manganellatori e anti-polizia ecc. ecc. ecc... Insomma, la solita figuraccia, mentre con una posizione forte e comune, avrebbero raccolto ancora consenso nella base elettorale del centro-sinistra! In questo caso, solamente la Federazione della Sinistra ha tenuto una posizione coerente, anche se le contraddizioni dei tempi del governo Prodi, dove lo stesso segretario Ferrero era Ministro, riemergono pesantemente.... Anche qui, unici che veramente c'azzeccano al 100%, come direbbe Di Pietro, sono i grillini, da sempre impegnati contro questa inutile e costosa opera all'italiana, che ingrasserà, senza che c'è ne fosse bisogno, le mafie tramite gli appalti, e che probabilmente non vedrà mai fine!

Insomma, un quadro poco allegro... Penso che però stavolta ci vorrebbe davvero un miracolo di autolesionismo per far rialzare Berlusconi, perciò forse vedo, in queste assurde manovre, un pensare al dopo, e cercare di imbonirsi non solo il proprio elettorato, ma anche quello in uscita dal centro-destra, cosa per me assolutamente incomprensibile, anche se molto italiana!

Oppure c'è davvero il terrore di una sconfitta definitiva del berlusconismo, ed essendo la maggior parte di questi politici cresciuti e ingrassati all'ombra del Puzzone, probabilmente anche loro crollerebbero sotto i colpi del rinnovamento, costringendoli ad uscire di scena...

Vi dirò, visto tutto quanto scritto sopra, questa eventualità non mi dispiacerebbe!!!!! CHI VIVRA', VEDRA'!!!!!

Nella foto: un recente vertice del centro-sinistra...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistrati cazzate viale del tramonto

permalink | inviato da Mauro1977 il 30/6/2011 alle 10:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv